Work in progress

Fine art print for interior design Work in progress Chiara Didone'

Work in progress, a volte l’apparenza inganna.

Al primo sguardo non vediamo quello che invece in un secondo momento appare ai nostri occhi con evidenza.

Work in progress è nato quasi per caso.

Mi trovavo a Chioggia, il mio intento era fotografare la città nella sua essenza, gli abitanti nella loro quotidianità, magari le persone sedute al bar mentre chiacchierano, insomma un lavoro di street photography e reportage.

Un improvviso acquazzone non mi permetteva di continuare a fotografare pertanto, per ripararmi, mi sono seduta ad aspettare sotto un portico. La pioggia cadeva incessante e senza tregua, era umido e freddo e il mio umore sempre più grigio.

Inizialmente ero piuttosto indispettita. Dovevo rimanere lì in attesa senza poter concludere la mia ricerca fotografica e mi sentivo davvero frustrata. Continuavo a guardarmi attorno in attesa di qualche passante che mi facesse da soggetto e non mi ero accorta che invece avevo dei bellissimi soggetti proprio davanti a me.

Pian piano però mi sono accorta che quell’attesa aveva portato la mia attenzione su un’altro soggetto che, inizialmente, non avevo visto. Da prima ero molto stupita, poi l’entusiasmo ha preso il sopravvento e mi ha portato a realizzare scatti emozionanti.

Questo portfolio che mi ha insegnato a trovare nuove opportunità nelle difficoltà.

Da allora non permetto più alle condizioni atmosferiche di influenzare il mio lavoro, se il tempo quel giorno non mi è amico, non importa, cerco di vedere nuovi soggetti o situazioni e ritorno un altro giorno per gli scatti che inizialmente avevo pensato.

Work in progress, a volte infatti l’apparenza inganna. Quello che sembrava grigio e triste si è rivelato invece un intrigante gioco di colori e bianco/nero, trasparenze e opacità, tra passato, presente e soprattutto futuro.

Portfolio realizzato su stampe fine art da arredamento che diventano oggetti di design.

Guarda il portfolio completo.